Obrigada – ULTIMO GIORNO

Effettivamente si.

Perchè il giorno dopo ci siamo svegliate di buona lena per andare all’aeroporto a prendere il maledetto volo che ci ha riportate alla routine.

Intanto l’ultimo giorno, con un tempo un po’ incerto ma sempre bellissimo, siamo finite a Sintra.
I dintorni di LIsbona sono pieni di piccole grandi perle e Sintra è sicuramente una di queste.

Tra il Palàcio da Pena, Il Castelo dos Mouros e tanti altri luoghi incredibilmente belli Sintra è sicuramente una tappa che chiunque vada in Portogallo deve fare.
Purtroppo per noi il primo maggio era aperto “solo” il Palàcio da Pena.
Solo.
Ti ci vogliono ore per girarlo tutto.
Vi chiederete perchè.
Guardate le fotografie.

 

Castelo dos Mouros visto dal Palàcio da Pena.
Castelo dos Mouros visto dal Palàcio da Pena.

Ecco gli interni della zona privata del Palàcio.

Poi siamo tornate a Lisbona.
Cosa rimaneva da fare? Lo so io. Rimaneva l’Alfama.
Non so perchè ho lasciato il quartiere più vecchio di Lisbona per ultimo. Forse volevo che fosse il ricordo più recente e più vivido, come se ci fosse bisogno di un aiutino.
Ci abbiamo messo un po’ a trovare le stradine giuste da percorrere anche perchè nel tragitto io ho perso la mia fantasmagorica cartina della Touring Club. Era bellizzima. Tutta plastificatina indistruttibile.

Comunque, appena capito che eravamo nella zona giusta bastava seguire il flusso dei Tuk tuk che portavano i turisti a spasso.
Avete presente vecchiette sedute sulle loro seggiole ai lati dei vicoletti, avete presente cucine improvvisate appena fuori dalla porta di casa? No. Peccato.
Penso sia lo spettacolo più autenticamente umano che abbia mai visto.
Una signora del posto ha persino fermato un tuk tuk per offrire qualche bicchiere di vino ai turisti.
Mi esplode il cuore al solo pensarci. Penso che l’Alfama sia un po’ l’immagine di una paese in condizioni economiche non proprio fantastiche. Con una grandissima dignità.

Lisbona003C Lisbona002B Lisbona001C Lisbona001E

Ho perfino ritrovato un lavatoio visto per caso durante il mio primo soggiorno a Lisbona.
Credo di essermi sentita a casa.

© 2015 Francesca Longhena

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: